martedì 10 aprile 2018

INDAGINI GIUDIZIARIE 2.0

Era nell’aria già da un po’ di tempo e proprio alcuni commenti ai post precedenti lasciavano poco spazio all’immaginazione per ciò che sarebbe successo.
E così è stato.
Ho appreso in queste ore che alcune società siciliane hanno sporto denuncia all’autorità giudiziaria per  “l’affaire” relativo ai contributi siciliani.
Se ne era già parlato e numerose  erano state le critiche dei lettori di questo blog sul fatto che il Comitato Sicilia  non avesse dato conto dei criteri di ripartizione del contributo 2017.
A quanto pare, la denuncia  sembra riguardare anche i contributi regionali degli anni precedenti e, secondo quel poco che mi è dato sapere, parrebbe che alcune società, (una in particolare), siano state ripetutamente favorite in danno di altre.
La vicenda appare già da queste prime battute abbastanza seria, tanto che sarebbe auspicabile un intervento immediato del CONI.
Insomma, ce n’è per tutti i gusti.
Non sono in grado di dirvi se la denuncia sia ad personam e se e quanti consiglieri regionali  possano essere rimasti coinvolti o se la denuncia coinvolga anche  soggetti estranei al Comitato.
L’unica cosa certa è che, di fronte a tale circostanza, la FIS non può più continuare a tacere, anche perché, è doveroso ricordarlo, la Federazione ha l’onere di verificare e ratificare le modalità di utilizzo delle entrate ricevute a qualunque titolo  dai Comitati regionali. Lo avrà fatto?
Come sempre vi terrò informati.
Ezio RINALDI

139 commenti:

  1. Salve ragazzi sono Saro Maggi detto Caballero e questo fine settimana sarò a Roma per i campionati nazionali di zumba acrobatica. Non mancate, vi aspetto numerosi

    Saro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando non si ha niente da dire e si vuole sminuire la relatà, perchè fa male. si fanno cose tipo questo post. Più che infantile lo trovo squallido alla pari dell'atteggiamento della FIS in certe situazioni. Scommetto che Saro avrà vota, a Marzo, per il partito della Legalità, Trasparenza per abbattere il conflitto d'interessi, le leggi ad personam, per caro Saro la coerenza è sempre di pochi.

      Elimina
    2. Ma chi è il Presidente della Federzumba!

      Elimina
    3. Peccato, pensavo che quest'anno la FederZumba organizzasse i campionati a Mazara; purtroppo Roma per me è troppo distante e non saprei come farmi rimborsare le spese.

      Elimina
    4. Chiedi a qualche esperto federale siamo sicuri che troverà la soluzione giusta anche per te.

      Elimina
  2. Ci puoi dire il nome delle società Ezio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco l'autore/i della denuncia: mi è stato promesso che mi sarà/saranno comunicati. Non so se potrò pubblicare i loro nomi:vedremo.

      Elimina
  3. Che strana associazione di idee ma questo post mi riporta in mente un antico detto di padre Fardella: "pregate fratelli pregate"

    RispondiElimina
  4. 'A sciorta 'e Cazzetto: jette a piscià e se ne carette!

    RispondiElimina
  5. Ricordo che mio nonno mi diceva spesso che anche i perdenti assaporano il piacere della propria sconfitta perché molto spesso apre loro la strada per una gradevole liberazione. La disfatta, insomma, smaterializza il pesante fardello che alcuni sono costretti a portarsi dietro da tanto tempo.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
  6. Tutti commettono errori ed è per questo che c'è una gomma per ogni matita (anche se in questo caso forse era meglio avere una calcolatrice funzionante)!
    Miyamoto Musashi

    RispondiElimina
  7. STICAZZI®

    Forza R (come Roma e Rinaldi)

    RispondiElimina
  8. all'inizio è fredda ma poi ci si abitua
    John Pigliapoco

    RispondiElimina
  9. Se volete farvi fottere alle prossime elezioni almeno abbiate il buon senso di votare chi lo fa con passione da moltissimi anni.
    ROCCO SIFFREDI

    RispondiElimina
  10. Mi alzo presto la mattina, apro il blog è leggo post come questo: credo che sia ormai tempo di farmi una canna, molto piccola ma ben farcita con ottima erba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta non andare in Campania, o forse si, lì i controlli li fanno anche i NAS e nelle società sportive.

      Elimina
  11. Considerato che nel comitato siciliano c'è una persona di estrema fiducia del presidente riteniamo che Scarso e il consiglio federale non possano più esimersi dal prendere una posizione netta riguardo a questa ennesima vicenda siciliana e dire pubblicamente quali iniziative intendano intraprendere con immediatezza. Al contrario il suo silenzio potrebbe essere interpretato nel senso di ammissione delle supposte responsabilità e anche come atteggiamento di assoluta complicità.

    RispondiElimina
  12. TUTTI/E A PARIGI...........O MEGLIO............"QUASI TUTTI/E"........VIVA LA SPADA...............

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mie caro scrittorè, o' C.T. CUOMO song annì ca' si compòrt e convòc chi vuolè senzà nu' minimò e' valutazionè. E, pure in chistu casò ha convocàt nu' atletà a discapìt e' altrì. Forsè comm o' suo solito spingè sul chi vuolè isso

      Elimina
  13. Agenda presidenziale OFFLINE

    RispondiElimina
  14. Il C.R. Sicilia farebbe bene a dimettersi

    RispondiElimina
  15. Buongiorno come posso affiliare la mia palestra alla Federzumba? C'è un modulistica da compilare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo ottima idea perche la Federzumba è il futuro dello sport italiano

      Elimina
  16. Ma alla Federzumba fanno zumbare pure i contributi?

    RispondiElimina
  17. Oh my darling semo fottuty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già non mi rimarrà neanche un capello sulla testa, darling!

      Elimina
  18. Ma quale sarà mai questa presunta società favorita?
    Meditate gente meditate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa ma Fardella ci chiede di pregare tu, invece ci chiedi di meditare.... e noi non sappiamo più quello che dobbiamo fare per primo.

      Elimina
  19. Ma il Procuratore Federale è l'unico in federazione che non legge il blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anatrema su di voi!
      Vito Catozzo

      Elimina
  20. Licensed by “Quelli del Contributo”

    Se tu balli la zumba
    io ti suono la tromba
    (ma il contributo no!)
    Ogni giorno è una sfida
    lui si sente il re Mida
    (ma il contributo no!)
    Questo sport è un po' grigio
    se non sei molto ligio
    (ma il contributo no!)
    Se mi guardo allo specchio
    poi mi dico che cacchio
    (ma il contributo no!)
    Poi c’è chi ti denuncia
    senza porgerti guancia
    (ma il contributo no!)
    Parlo sempre e soltanto
    degli affari di schianto
    (ma il contributo no!)
    E mi perdo la stima
    se non trovo la rima
    (ma il contributo no!)
    Mi distrugge lo stress
    e mi metto in toplèss.
    (ma il contributo no!)
    Lo diceva Neruda
    che il tributo si suda
    (ma il contributo no!)
    Rispondeva Picasso
    io il tributo lo scasso
    (ma il contributo no!)
    Spoooooort mi tormenti così
    gl’euriiiiiiii mi fan dir sempre si........
    mala notte, mala notte
    mala notte, mala notte
    mala notte, mala notte no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. INEDITO

      Il blog il blog poi fa da grancassa
      ma il contributo no!
      Il post il post un poco ci scassa
      ma il contributo no!
      Rina’ Rina’ Rinaldi tartassa
      ma il contributo no!
      Speriam speriam speriamo che passa
      ma il contributo no!

      Elimina
  21. Se quanto denunciato fosse riscontrato dalla Magistratura, ci può dire Ezio se è corretto affermare che il Segretario Generale Fis è comunque colui che rischia maggiormente in base al regolamento amministrazione e contabilità Fis?
    Il regolamento imputa al Segretario Generale Fis l'assicurazione dell’attuazione amministrativa delle delibere assunte dagli Organi Federali e la garanzia altresì dell’imparzialità e del buon andamento dell’amministrazione, attenendosi ai principi della legalità, della tempestività e dell’economicità della gestione amministrativa federale.
    I Comitati Regionali sono Organi Federali secondo lo Statuto Fis refusato.
    Secondo lei Ezio l'ex onorevole VV ha capito che rischia essendo fra i responsabili della corretta gestione del Presidente del Comitato regionale Sicilia, visto che lui risponde al Consiglio federale della corretta gestione delle risorse finanziarie?
    Il giurista Fardella mi perdonerà, ma meditate gente meditate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Sicilia il Prof. Blando da tempo afferma che l’ordinamento sportivo trova una sua indipendenza e una sua giustificazione nell’odierna società ma ciò non autorizza a pensare ad una sorta di solipsismo istituzionale:lo sport è un’istituzione sociale pubblica, nulla autorizza a ritenere che l’assetto di quello che chiamiamo ordinamento sportivo sia qualcosa che vada oltre le scelte politiche dello Stato di diritto.

      La Federscherma non è esente da queste considerazioni perché essa fa costantemente ricorso ai fondi pubblici del C.O.N.I. nonché a misure e istituti che sono indispensabili per la diffusione dello sport, in particolare quelli che a livello territoriale assicurano alle istituzioni sportive il necessario supporto economico e la cooperazione dei Governi regionali per il perseguimento degli obiettivi sportivi.

      Se si guardano le cose da più vicino, se si guarda ai fatti del Comitato Federscherma siciliano e alle vicende dello Statuto, si avverte subito che tra ordinamento sportivo e Stato non esiste una perfetta corrispondenza.

      Sull'operato della Federscherma ora intervenga con urgenza la Magistratura penale.

      Elimina
    2. E la silente Procura federale..... inutile a dirsi?

      Elimina
    3. Gentile anonimo lei ha perfettamente ragione in quanto sulla vicenda statutaria la "corrispondenza" tra CONI FIS PREFETTURA E AVVOCATURA era quasi perfetta. Si attende però adesso il responso di un quinto giocatore:la Procura della Repubblica di Roma. E chissà che non sbaragli il gioco con un bell'asso di briscola!

      Elimina
    4. Il Segretario generale FIS deve rendere esecutive le delibere federali e se queste non sono in linea con le leggi, regolamenti e normative, deve impedirne l'attuazione.

      Elimina
  22. E chissà allora come avranno speso i grossi contributi dei mondiali 2011 e dei mondiali militari! Chissà.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12 aprile 2018 18:20,
      su questo mi dissocio totalmente ed affermo che non si può gettare così il sasso nello stagno, sperando di inzozzare le persone.

      Una cosa è la critica, che riconosco a tutti, non solo in quanto diritto costituzionalmente garantito, ma soprattutto perché, se accettata e compresa, aiuta a migliorarsi; altro sono le squallide maldicenze e le basse insinuazioni o, peggio, le larvate accuse, peraltro espresse in una ignobile forma anonima: ciò è estremamente scorretto.

      Escludo categoricamente, e fino a prova contraria, che qualcuno abbia volutamente fatto cattivo ed illecito uso anche di un solo centesimo.

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
    2. Domandarsi in che modo siano spesi i soldi pubblici non mi pare significhi inzozzare alcunché. Fin quando non sarà pubblicamente possibile verificare le spese affrontate euro dopo euro, la domanda resterà assolutamente legittima. Altra cosa è la vicenda dei contributi siciliani rispetto ai quali sembra che qualche società siciliana abbia ritenuto sussistenti fatti degni di essere sottoposti al vaglio dell'autorità giudiziaria.
      Inoltre, ho letto che per i mondiali militari ci sia stato un finanziamento di 160.000 euro soltanto da parte della Regione Siciliana. Anche in questo caso domandarsi in che modo siano stati spesi credo sia assolutamente legittimo!Non crede anche lei?

      Elimina
    3. Fardella lei è in grado di dirci come sono stati spesi gli 825.000,00 euri che la Presidenza del Consiglio ha elergito per i mondiali di Catania 2011?

      Elimina
    4. Ripassino pomeridiano

      leggere qui:
      http://catania.livesicilia.it/2011/09/06/catania-ecco-i-mondiali-di-scherma_107521/

      e poi anche qui:
      http://www.ildito.it/a_3739

      Elimina
    5. Quindi solo nove milioni di euro su Catania? Caspiterina!

      Elimina
    6. Signor Fardella lei può facile scrivere e firmare con tanto di fotografia solo perchè probabilmente non e tesserato alla Federazione. Provi a tesserarsi e vedrà come la finisce a lei e alla sua società a causa delle sue sante critiche blogghistiche.

      Elimina
  23. Affitto, per il fine settimana, automobile con la scritta Guardia di Finanza. Identica a una vera. Affarone!!!

    RispondiElimina
  24. Dimettetevi, gente, dimettetevi.
    Ah...già... DIMETTERSI: questo verbo SCONOSCIUTO!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è sconosciuto è solo un refuso!

      Elimina
  25. REFUSUS REFUSORUM?

    Amici e colleghi quello che sto per raccontarvi ha dell’incredibile! Un vero e proprio giallo alla Alfred Hitchcock.
    Ricordate la storia di Mister Millemiglia 2016? Giorgio Scarso aveva ottenuto questo riconoscimento per l’anno 2016.
    Bene, adesso guardate questa video intervista del Corriere della Sera è scoprirete chi era il vero Mr Millemiglia 2016 . BUONA VISIONE

    https://video.corriere.it/mister-millemiglia-giampaolo-pascali-viaggiatore-piu-miglia-italia/8469eef4-734b-11e6-8697-4ca4df3f7e63

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sfiga, dopo aver perso il titolo di vicepresidente Coni e quello di vicepresidente Fie ora rischia di perdere pure quello di Mr Millemiglia.
      E proprio la jella che lo perseguita ingiustamente.

      Elimina
  26. Noi possiamo fare tutto
    Noi facciamo quel cazzo che ci pare
    Noi siamo invincibili
    e se qualcuno osa lamentarsi la Federzumba gli fa un culo così!
    Last famous words

    RispondiElimina
  27. Amuní ca nunc'e nenti e facemuni u selfi

    RispondiElimina
  28. Caro Rinaldi visto che lei è stato consigliere federale potrebbe spiegarci perché la FIS non dice nulla sull'argomento? E questo il modo di fare trasparenza da parte del nostro Presidentissimo?

    RispondiElimina
  29. Gentile Rinaldi spero che il presidente Scarso non abbia dimenticato i sacri principi della mentalità militare. Come Lei certamente sa, nell'ambito di una rigida e seria organizzaziome gerarchica, il vertice che si sia circondato di collaboratori di stretta fiducia risponde sempre e comunque dell'operato di questi ultimi.
    Detto questo, in circostanze critiche un comandante degno di questo nome dovrebbe immediatamente e pubblicamente confermare la propria incondizionata fiducia nei confronti del subordinato prescelto o rimuoverlo, con la stessa immediatezza e pubblicità, dall'incarico conferitogli. Il silenzio e il tergiversare non sono mai stati sintomi di una buona capacità di comando.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Prefetto, dovrebbe essere come dice Lei, ma il presidente ha lasciato il servizio attivo tanto tempo fa e non rientrava nelle sue competenze l'azione di comando se non in specifiche e determinate condizioni ed esigenze.

      Elimina
    2. Effettivamente su wikipedia ci sta scritto che l'attività militare di Scarso si è sostanzialmente estrinsecata in quella di istruttore di educazione fisica, istruttore di scherma e, infine, in quella di predisporre i rinvi del servizio militare per motivi di studio. Poi è andato in pensione nel 1992 a soli 46 anni di età.
      Eppure ricordo che tempo fa qualcuno aveva messo in giro la voce che avesse preso parte anche alla Guerra del Golfo! Evidentemente era una FAKE NEWS.

      Elimina
    3. In pensione a 46 anni, quindi Giorgio Scarso è tra coloro che godono di particolari favori, vantaggi, facilitazioni, i privilegiati della Prima Repubblica.
      Tutto lecito, ma molto oneroso per i contribuenti.
      Oggi i militari possono andare in pensione prima dei 60 anni e raggiungere la pensione di anzianità (57 anni e 7 mesi con 35 di contributi o 40 e 7 mesi di versamenti indipendentemente dall’età anagrafica).

      Elimina
  30. Uhmmm...allora, vorrei capire.
    Qui si parla di denunce, contributi, dimissioni, responsabilità ...ma scusate, possiamo sapere i fatti? Tranne che tutta sta gente che scrive non siano poche persone, magari proprio chi ha fatto la denuncia, o comunque gente ben informata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché non provi a chiedere lumi direttamente a Scarso? Sai che come affiliato hai pieno diritto di sapere come vengono spesi i soldi? E, magari, se un giorno ti dovesse rispondere, riferirai sul blog cosa ti ha detto.

      Elimina
  31. E già, pochi scrivono, tanti leggono, la FIS tace!

    RispondiElimina
  32. Ancora oggi agenda presidemziale ferma a giorno 9.

    RispondiElimina
  33. Scusate ma non sto capendo più nulla; queste denunce di cui si parla oggi riguardano o no quello che qualcuno ha definito il quadriangolo delle bermuda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato Fardella a parlare di quadriangolo , chiedi a lui.

      Elimina
    2. Egr. Anonimo del 13/4/2018, h 20:28, lei ricorda malissimo,
      Io ho soltanto detto di non conoscere il qua-triangolo of Sicilian-Bermuda Islands, perché questo ha una origine recente, essendo sorto, per una strana e misteriosa coincidenza, dopo il marzo del 2005, quando io non ero più in FIS.

      La domanda è pertanto da rivolgere ad altri, cioè a coloro che sono venuti dopo di me e che, forse, sono anche suoi amici.

      Chieda a loro, caro anonimo, chieda a loro e, magari, poi mediti pure.

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
    3. Mi scusi ma non è molto chiaro quello che lei afferma. Lei parla di un qua-triangolo che sa essere sorto dopo il marzo del 2005 quindi logica vuole che Lei sappia certamente cosa sia in realtà questa strana figura geometrica. Ci spieghi allora meglio cos'è questo qua-triangolo a cui fa riferimento e che afferma essere sorto dopo il marzo del 2005 per strane coincidenze!

      Elimina
    4. Egr. Sig. Anonimo del 14/4/18, ore 8,57,
      Lei dimostra di essere molto disattento ed anche leggermente malizioso o capzioso, ponendo a me le Sue finte domande, nella segreta e intima, ma del tutto vana speranza di tentare di screditarmi.

      Mi permetto di ricordarLe che non sono stato io il primo a parlare di questa strana figura geometrica e/o geografica, ma altri Suoi colleghi anonimi, coloro cioè che sono intervenuti il 5/4/2018, alle ore 8:11 e 8:46, postando un loro commento all'articolo del 4/4/18, titolato "Indagini Giudiziarie".

      Pertanto, nell'invitarLa ad andare a rileggere attentamente tale articolo e i succitati interventi, si accorgerà facilmente che io mi sono soltanto limitato a dire quanto sopra da me affermato e che provo, adesso, a rispiegarglielo con parole più semplici: fino al momento della mia permanenza in FIS, marzo 2005, questa figura non esisteva e, dunque, non posso parlarne; se qualcuno oggi ne parla, affermandone l'esistenza, è perché questa sarà sorta dopo che io sono andato via, conseguentemente ne non posso avere alcuna contezza.

      Pertanto, se cerca delle risposte in grado di soddisfare la Sua curiosità , mi permetto di suggerirLe di rivolgerle altrove i Suoi angoscianti interrogativi, anche se faccio fatica ad immaginare che Lei non sappia di cosa stia parlando.

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
    5. Non è chiaro ma rinuncio

      Elimina
    6. Mi spiace per Lei.
      Comunque, devo dirLe che per me è invece chiarissimo che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
      Rinuncio anch'io.

      G.F.

      Elimina
  34. carissimo anonimo delle 16,18 come dice IL DITO:
    "Macché partecipare l'importante è spendere
    a Catania, dove sono state finanziate manifestazioni di rilievo internazionale, é saltato - spiega la Antinoro - il sistema Caronte"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ed ecco verso noi venir per nave
      un vecchio, bianco per antico pelo,
      gridando: "Guai a voi, anime prave!
      Non isperate mai veder lo cielo:
      i' vegno per menarvi a l'altra riva
      ne le tenebre etterne, in caldo e 'n gelo."

      Miyamoto Musashi

      Elimina
  35. io non so più quante volte l'avrò ripetuto SE NE DEVONO TORNARE TUTTI A CASA

    RispondiElimina
  36. Avimmo perduto a Felippo e ‘o panaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avete proprio ragione perchè ogni delusione è come un mattone che ciascuno di noi aggiunge alla propria difesa.

      Elimina
  37. Personalmente credo, sempre che quanto sostenuto da Rinaldi sia reale, che se oggi qualcuno si è spinto fino al punto di denunciare qualcun altro quest'ultimo non deve stupirsi di tale comportamento ma deve innanzitutto ripensare a ciò che ha fatto in passato e trovare delle risposte.

    RispondiElimina
  38. Sono 5 giorni che non si hanno notizie del presidente. Lui tace e la sua agenda pure. Qualcuno l'ha visto? Difenderà il Comitato della sua bella Sicilia a spada tratta?

    RispondiElimina
  39. e stu selfi nu facemu allura?

    RispondiElimina
  40. Giorgio, stai sereno.
    Marco, stai sereno.
    Sebastiano, stai sereno.
    Arturo, stai sereno.

    Siculi + 1, state sereni.

    F.to Matteo Renzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. minchia, gli auguri di Renzio sono peggio della jella napoletana

      Elimina
    2. M.R. divertiti adesso ca a cira squagghia.

      Elimina
  41. PER SPIRITO DI COLLABOORAZIONE

    Sig. Rinaldi qualcuno chiedeva come sono stati spesi i soldi dei mondiali di Catania 2011, gironzolando per la rete abbiamo trovato questo:

    "Si è svolta nel pomeriggio di giovedì 8 dicembre la conferenza stampa di presentazione dei lavori di ristrutturazione del PalaMoak alla presenza del Sindaco di Modica Antonello Buscema, dell’Assessore allo Sport Giovanni Spadaro, del Presidente F.I.S Giorgio Scarso e del Presidente della Conad Scherma Modica Giovanni Savarino.
    La struttura comunale, data in concessione alla Conad Scherma Modica, è stata completamente rinnovata grazie a dei minuziosi interventi che hanno avuto inizio i primi di settembre per un mese e mezzo di durata complessiva.
    Il tutto è stato possibile grazie ad un finanziamento, elargito dalla Federscherma in occasione dei Mondiali di Catania 2011, che capovolge radicalmente le dinamiche della pratica sportiva a livello locale dove spesso l’attesa di contributi pubblici frena ed ostacola lo svolgimento dell’attività sportiva e delle società."

    http://www.radiortm.it/2011/12/09/conad-scherma-modica-%E2%80%93-presentati-i-lavori-di-ristrutturazione-del-palamoak-%E2%80%93-concluso-il-saggio-di-fine-anno-con-30-nuovi-piccoli-schermidori-%E2%80%93-weekend-di-gare-a-matera/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi la federscherma elargisce?

      Elimina
  42. REFUSO: IL MALE RADICALE

    Egregio Rinaldi ritengo che possa trovare utile sapere che nel 2015 il Governo inglese ha dovuto risarcire con 10.000.000,00 di sterline una azienda Gallese a causa di un banalissimo refuso commesso sei anni prima dai propri funzionari. In pratica era avvenuto che una Agenzia governativa, la Companies House, incaricata della tenuta del registro pubblico delle società britanniche, nell’anno 2009 aveva registrato informazioni che individuavano la “Taylor & Sons Ltd” - una società tecnologica gallese con 124 anni di storia e con più di 250 dipendenti – come società posta in liquidazione. Furono tempi duri per gli affari perché, a causa di quella errata registrazione, il business della Taylor & Sons svanì: gli ordini annullati, i contratti rescissi e il credito dei fornitori ritirato. La società entrò in amministrazione controllata e si sciolse definitivamente nel 2014. La colpa di tutto ciò? Un piccolissimo ed involontario refuso: una “s” di troppo messa al posto sbagliato!
    I funzionari della Companies House avevano trascritto sul registro pubblico il nome della “Taylor & Sons Ltd” anziché quello della “Taylor & Son Ltd” azienda per cui era stata effettivamente presentata una istanza di fallimento. A causa di questo banalissimo ed involontario errore i 250 lavoratori della Taylor & Sons Ltd persero il posto.
    Nel 2015 il Governo inglese ha dovuto risarcire l’azienda danneggiata e i suoi lavoratori corrispondendo loro un risarcimento di 10 milioni di sterline.
    Buona Domenica


    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto giusto un "S" di troppo; minchia coincidenze!

      Elimina
  43. Ma il consigliere CASTAGNINO Salvatore che ci dice di questa storia contributiva?
    Approva o propone una mozione di SFIDUCIA?

    F.to Sindaco per una notte

    RispondiElimina
  44. Ma chi è il tesoriere del comitato siciliano?

    RispondiElimina
  45. Nel 13° secolo un condottiero mongolo di nome Gengis Khan chiese ad Ala ad Din Muhammad, Scià del Khwarezmid, di potere intrattenere rapporti diplomatici per porre fine ad alcune fastidiose vicende. L’offerta fu rifiutata e la reazione di Khan fu spietata: inviò 200.000 guerrieri che annientarono l’impero del Khwarezmid.
    Mai, nella storia dell’umanità, un improvvido errore tattico fu tanto funesto!
    Miyamoto Musashi

    RispondiElimina
  46. Ci scusi Rinaldi ma fino ad ora ci ha detto poco e niente. Potremmo almeno sapere se la società che sarebbe stata favorita lo è stata a sua insaputa?
    Siculi e non ma molto incuriositi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno tocchi il consigliere Castagnino perché appena leggerà le carte darà sicuramente le dimissioni in onore della trasparenza che lo contraddistingue e prenderà ufficialmente le debite distanze da quanto accaduto.

      Elimina
  47. http://www.video.mediaset.it/video/striscialanotizia/servizio/consiglieri-a-gettone_520034.html

    RispondiElimina
  48. April 15, 2018, 10:39 am
    The satellites of American Intelligence Agency have just detected a human figure presence on the highest caucasian peak of Armenia.
    Is he or is not he?
    Ezio Griggio

    RispondiElimina
  49. Che siano stati i ferri del carro o quelli dei cavalli a fare sprigionare la scintilla, fatto sta che la polvere ha preso fuoco e ha fatto saltare in aria sia il carro che i cavalli

    RispondiElimina
  50. Più leggiamo il blog è più cresce l'impressione che il qua-triangolo di Fardella possa evolvere in una figura pentangolare a triplo raggio
    Parlo&Ciarlo

    RispondiElimina
  51. Ma chi è questo Castagnino e perché Renzio non ha rassicurato anche a lui di stare sereno?

    RispondiElimina
  52. DAGOSPORT

    Il Consiglio Federale si é dimesso, Ancarani chiede asilo politico al re armeno Orontes I.
    April Fish (2018)

    RispondiElimina
  53. Anonimo delle 13:56 condovido appieno il tuo pensiero Castagnino è fuori discussione e farà chiarezza sulla vicenda. A Siracusa ha dato ampia dimostrazione del suo attaccamento alla legalità e non verrà mai meno al suo impegno in nessuno degli ambiti della società civile che lo coinvolgono in prima persona.Tantomeno in quello schermistico.

    RispondiElimina
  54. Comunicatu Wikilikky
    Alle ore 18:00.00 di oggi due equipaggi della flotta aerea nazionale si alzeranno in volo per avviare le ricerche dello scomparso. Ultime tracce della sua presenza in Italia rilevate nella città di Verona. Coinvolte nell'operazione anche le Forze alleate.

    RispondiElimina
  55. Scusate qualcuno di voi dice Castagnino di qua Castagnino di là Castagnino non si tocca Castagnino santo subito etc etc.
    Tutti sappiamo che Castagnino è il consigliere del comune di Siracusa che più di tutti ha scritto atti di opposizione all’amministrazione comunale. Ma lui dov’era e cosa ha fatto per opporsi al modo con cui sono stati ripartiti contributi regionali del 2017 da parte del comitato di cui fa parte? Guardando la ripartizione non possiamo non notare che il CLUB SCHERMA SIRACUSA A.S.D. ha avuto ben 2.820,00 euro. Ci mettereste la mano sul fuoco che tornerà sui suoi passi per volgere l’attenzione verso quelli che hanno avuto solo 500 euro o peggio solo 250 euro? Noi no, ne siamo certi! Che anche lui si assuma le sue responsabilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cari lamentosi della scherma siciliana se avete qualcosa di cui dolervi prendete carta e penna e scrivete una bella lettera a questo signor Costagnino del comitato scherma Sicilia e segnalategli tutte le cose che per voi non vanno o non sono andate per il verso giusto. Ponetegli delle domande, fate osservazioni, chiedete delucidazioni di ogni sorta, muovete eventuali contestazioni.Se lui non vi dovesse rispondere o se non siete soddisfatti o non condividete le sue risposte, e se qualcuno di voi conosce bene la vicenda relativa alla ripartizione dei contributi accennata da Rinaldi, rivolgetevi politicamente a qualcuno del movimento 5 Stelle di Siracusa e raccontategli tutto ciò che sapete,- carte alla mano ( mi raccomando)-. Se il vostro punto di vista è quello giusto state certi che gli antagonisti politici di Costagnino porteranno il vostro caso a più alti livelli di attenzione. Il 10 giugno a Siracusa si vota.
      Buona fortuna

      PREFETTO DEL IV PILASTRO

      Elimina
    2. Ma i consiglieri del comitato siciliano non sono 8 perchè parlate soltanto di questo Castagnino?
      Buh?
      http://www.schermasicilia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=10&Itemid=3

      Elimina
    3. No sono sette. Ora però sono rimasti in sei.

      Elimina
  56. SICILIA UN'ISOLA DI LUCE
    Uoggi pì sbagghiu, mentri liggeva stu cazzu 'i blog, mi manciavi 'na ficurinnia cu tutta 'a buccia e ora aiu 'na lingua china 'i spine"
    (Oggi, essendomi distratto per colpa di questo blog maledetto, ho mangiato un fico d'india con tutta la buccia e adesso mi ritrovo la lingua piena di spine)
    "Ficodì" il digestivo per stomaci forti! Prova a metterlo in bocca!

    RispondiElimina
  57. Con oggi, parecchi anonimi hanno svelato la loro entita. ..semplice, intuitivo e divertente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna che qualcuno riesce ancora a divertirsi perché a quanto si racconta in giro ci sarà parecchio da piangere.

      Elimina
    2. Grande Sherlock delle ore 22e10 visto che sei un paragnosta disvelatore di entità perché non ci racconti come si ripartiscono i contributi in Sicilia? Il buon Rinaldi purtroppo è molto avaro di notizie succulente.

      Elimina
    3. Abbiamo già i 5 stelle a salvare il mondo ...a loro l’onore...visto che non riescono a fare un governo per l’Italia, potrebbero dedicarsi alla scherma :-)))))

      Elimina
  58. Ma perchè le Saghe siciliane non hanno mai fine? Caro Giorgio ma vai a vedere cosa succede nella tua bellissima terra e porta pace e serenità per come sai fare tu. Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  59. L'agenda presidenziale è stata riattivata ma non sono previste ispezioni in terra sicula. Sulla vicenda contributi no comment.
    Passo e chiudo.

    RispondiElimina
  60. Anonimo delle 07:9a che sta a significare che sono rimasti in 6?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ci saranno le elezioni

      Elimina
    2. Oohh ohooo. Forse che l'impareggiabile roccaforte del presidente comincia a sgretolarsi come un grissino? Non ci possiamo credereeee! Ma chi dei magnifici sette avrebbe tolto il disturbo? E, soprattutto, se è lecito saperlo, perchè? Colpi di coda, code di paglia, rimorsi di coscienza, dictat da Roma, spartizioni contributive? Cosa succede laggiù? Rinaldi non ci tenga sulle spine ancora a lungo? La Storia adesso si fa davvero più interessante. SLURP! Più di cento commenti e nessuno aveva spifferato questo prezioso segreto siculo? E già, il silenzio è ancora abbastanza difficile da sdradicare dalle vostre parti.
      POLONORD

      Elimina
    3. Caro amico in realtà il silenzio era dovuto per il rispetto delle indagini in corso...ma tu credi davvero che sia di cosi tanto interesse la questione siciliana?

      Elimina
    4. Vede, caro Rinaldi, nella vita bisogna coltivare un sogno per poter affrontare con entusiasmo il futuro. Purtroppo nel nostro ambiente molti non sperano più perchè si sentono sommersi da un alone di sfiducia e di soffocante tristezza. Il tanto acclamato senso di appartenenza non esiste nel nostro movimento perché ciò che esiste oggi è solo un selvaggio istinto di sopravvivenza. E' per questo motivo che ovunque si apra uno spiraglio al cambiamento anche noi saremo lì.
      Cancellare il passato è anche il nostro obbiettivo così come quello di tanti altri amici che cominciano a risvegliarsi dal sonno in cui sono sprofondati.
      Perdere terreno in casa propria è segno di una sfiducia crescente ed inarrestabile che non si può più far finta di non vedere.Ciò che sta accadendo in Sicilia è già un grande ed inimmaginabile miracolo che farà da specchio a ciò che si produrrà nel resto del Paese.
      Il silenzio del Presidente sullo scandalo siciliano è, infatti, molto più eloquente di quanto Lei possa immaginare.
      Non avere spezzato neppure una lancia in favore dei propri beniamini è certamente sintomo della segreta consapevolezza di stare perdendo tutto.
      POLONORD

      Elimina
  61. Scusate ma tra tante indagini e denunce in Sicilia, ma perchè non intervenite sulla fuga di cervelli che ha coinvolto la provincia di Catania. Sono tutti "fuggiti" alla FIS. Un peccato per la Sicilia e uno schiaffo alla sua terra da parte del presidente Scarso. Come si fa a portar via tante e tali menti, una vera cattiveria alla sua madre terra che ancora tanto gli da.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Sicilia è grande non si preoccupi anonimo delle 22.42, riusciamo a fare a meno di tali 'menti' anzi se il presidente ritiene, possiamo anche suggerirne altri da esportare. Tanto ormai la FIS sembra Montalbano, si parla siculo.

      Elimina
    2. Si decisamente le migliori menti, infatti, come privarsi di loro e quindi via assunzioni senza concorsi o bandi, incarichi di prestigio subito e di responsabilità senza titoli o acquisiti dopo l'assunzione, ma questa è prassi in Fis fare regole di situazioni già adottate.
      Quindi dovremmo dire Grazie presidente, come privarsi di una segretaria dal doppio incarico e relativa doppia retribuzione, dal settore tecnico in Fis a Roma, alla gestione Amis a Genova. Come privarsi di chi gestisce Comunicazione e Marketing. Saranno loro a consigliare al presidente ed alla Fis di seguire le tematiche del Blog, ma mai dare risposte ai tesserati.
      Ma...

      Elimina
    3. ... e chissà, magari suggerire le dimissioni????

      Elimina
  62. Stai sereno, qualcuno a Catania e provincia è rimasto...e in questo blog scrive spesso, gli o le piace nascondersi , ma in realtà i suoi post sono come se fossero firmati. :-))))

    RispondiElimina
  63. Caro :-)))) l'importante è che siano firmate le denunce, poi se si resta anonimi sul blog che importa? Non ti pare?
    A proposito hai letto come si da da fare la DDA a Catania? Stai molto sereno che come vedi sanno lavorare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, avevo già capito chi fossi dai tempi in cui hai messo le corna a tuo marito :-/

      Elimina
  64. Grande Rinaldi le graticole sono state accese anche nella città dei Cesari e qualche Yes Man che lì crede di poter continuare a recitare la parte del fintotonto ci finirà dentro con tutti i suoi piedini.

    RispondiElimina
  65. Secondo l'agendina, il Presidente si troverebbe già da oggi in Armenia. Visto che non ci ha ancora regalato alcun selfie con gli affiatati componenti del comitato siciliano, ci regalerà almeno da lì un bel selfie in compagnia di Ancarani e di qualche regale discendente della Dinastia degli Orontidi?

    RispondiElimina
  66. un'altro grande scandalo è già dietro l'angolo
    ihihihihihiihihihihihihihihhhhihihhihihi!

    RispondiElimina
  67. Signor Rinaldi ogni qualvolta che voglio scrivere un commento sul suo blogg mi compaiono tante immmagini colorate e il computer mi chiede sempre di spuntare tutte quelle che contengono figure di autobus; ma io clicco di qua e mi spuntano di là, riclicco di là e mi rispuntano di qua, come se giocassi all'infinito. Allora mi domando visto che ci sono tutti questi autobus in circolazione non si potrebbe regalarne qualcheduno ai nostri amici in modo da farli ritornare a casa molto velocemente? Scusate se mi ripeto sempre.

    RispondiElimina
  68. Anonimo del 15 aprile 2018 13:56 ma poi Castagnino e ha lette le carte?
    Facci sapere.

    RispondiElimina
  69. Anche a Ragusa l’avevano intuito con un anno di anticipo:

    “Modica - Giorgio Scarso non è più il vicepresidente nazionale del Coni. Scarso non è stato neanche candidato. La scherma è fuori dai giochi e lo sport olimpico ha perso sempre più posizioni nell’ambito dell’organizzazione sportiva.”

    https://www.ragusanews.com/2017/05/12/sport/giorgio-scarso-vicepresidente-coni/78393

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, però il Presidente potrà sempre trovare consolazione nel Campeonato Internacional De Esgrima in El Salvador:
      https://www.youtube.com/watch?v=l5g6FzwGHjQ

      Elimina
    2. Magari un posticino di vicepresidente nella Federzumba no?

      Elimina
    3. Domanda tecnica
      I Bucca potrebbero fare il direttore di torneo e l'arbitro nel Campeonato Internacional De Esgrima in El Salvador o prima dovrebbero acreditarsi presso quel paese?

      Elimina
  70. Domenica ci sarà un Gran Galà con gli amici del Ruotaclub e del Tigerclub per raccogliere fondi supplementari da elergire alle società siciliane che hanno ricevuto una quota contributiva più bassa del previsto

    RispondiElimina
  71. IL CERCHIOBOTTISMO DI MALAGO'
    (Già da qualche anno noi, amici della scherma, avevamo visto lungo sul personaggio)

    https://www.ilnapolista.it/2018/04/buffon-lectio-magistralis-di-cerchiobottismo-di-malago/

    Dalle nostre parti si direbbe che gli piace sempre stare con un piede su due staffe. Non si sa mai che una dovesse cedere.

    RispondiElimina
  72. Caro anonimo delle 14,52 a noi pare che i fintitonti siano più di uno. Qualcuno dei pesci grossi fis potrebbe spiegare il motivo per cui in Sicila si tarda a convocare l'Assemblea per la sostituzione del consigliere che si è dimesso? Nascondersi dietro un dito vale molto poco. VV pensaci tu!

    RispondiElimina
  73. Ma chi è questo consigliere siciliano che si è dimesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non per smentire gli anonimi commentatori,ma è vero che qualcuno si è dimesso?

      Elimina
  74. Anonimo napolista, non è vero che Malagò è sempre cerchiobottista, perché anche lui fa le sue eccezioni. Nel 2013 in occasione della polemica tra la Pellegrini e la federnuoto, sorta in ragione dei contributi che la federazione aveva assegnato a saldo dei mondiali di Roma, Malagò prese le parti della sua beniamina e promise che sotto la sua guida il Coni avrebbe cambiato le cose: "Con me finiranno le discriminazioni nei confronti di atleti e società e non solo nel nuoto; nella prossima Giunta stabiliremo un regolamento rigido per il quale discrezionalità ed arbitrarietà cesseranno di esistere. Abbiamo ereditato un sistema ed ora finirà. Questi sono soldi pubblici".
    Era l’agosto del 2013.
    Speriamo che anche queste non siano le ultime parole famose del nostro Giovannone e che si attivi immediatamente affinché la Procura Generale del CONI apra una tempestiva inchiesta sulla vicenda dei contributi regionali elargiti al Comitato Scherma Sicilia.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora Malagò sa bene che i soldi che le federazioni sportive ricevono e spendono sono soldi pubblici con tutte le conseguenze che ne discendono per legge!
      Peccato che qualcuno in Fis fa ancora finta di non capirlo. Vuol dire che ne subirà tutte le conseguenze! E saranno conseguenze parecchio gravi!

      Elimina
  75. Chissa cosa penserà il Membro d'Onore Fis Emmanuele Emanuele del fatto che qualche piccolo e insignificante affiliato sta mandando in fumo l'amata Sicilia del suo amico Scarso, uomo che mantiene sempre le promesse.
    Caro Emmanuele Francesco Maria Emanuele, discendente da una delle più illustri ed antiche casate storiche della Spagna e dell’Italia Meridionale, Barone di Culcasi e nobile dei Marchesi di Villabianca, originario di Palermo, della zona del Cassaro Alto, mi permetto di ricordarti che tutti i Siciliani, e non solo Scarso, mantengono sempre le promesse fatte ai propri figli, sangue del loro sangue.

    RispondiElimina
  76. https://it.businessinsider.com
    L’Armenia in piazza contro il nuovo premier (ed ex presidente): ‘vuole regnare a vita’

    Aoh, ma che ce sta n'epidemia?
    Forza R (come Roma e Rinaldi)

    RispondiElimina