domenica 30 aprile 2017

LA MANO IGNOTA

Fabrizio ORSINI
Questi ultimi mesi sono stati segnati pesantemente non solo dalle medaglie sportive, ma anche dalle carte giudiziarie e da presunte irregolarità nello statuto, compresa la registrazione presso la Prefettura di Roma.
Un aspetto che poco si evidenzia riguarda l'autore che ha modificato lo statuto, che attualmente va detto è ignoto. 
E' un enigma celato all'interno della vicenda e sarebbe buona cosa appurarne l'autore. Chi conosce l'organigramma della Federazione, non può fare a meno di scorrere i nomi degli addetti allo statuto nel tempo e di chi avrebbe dovuto controllare e poi firmare e quindi farsi una idea, ma è ingiusto additare questo o quello come "autore ignoto". 
Tutta la vicenda è intrisa di mistero ed è questa l'opera di chi sta cercando di ottenere chiarezza, non per voler male alla FIS ma affinchè sia tutto svolto nella regolarità delle norme giuridiche.

Audace la mano ignota che ha pensato di "correggere" a modo suo lo statuto, per sue sempre ignote ragioni: ancora più audace la mano di chi voglia giustizia e legalità nella federazione più bella dello sport italiano.
Fabrizio ORSINI

20 commenti:

  1. La mitologia greca ci ha insegnato che la "LEGGENDA" è figlia del "MITO", il quale ha per padre il "MISTERO".
    Quindi, credo che difficilmente si riuscirà a fare luce su questo MISTERO, se non si esce dalla buia e tetra caverna di platonica memoria.
    Ave atque vale.
    Gaspare Fardella

    RispondiElimina
  2. Situazione complicata.Ma altrettanto "ignote " le capacità e gli scopi reali,di chi si propone da anni con forza, come alternativa a questa dirigenza federale. Come testimonia l'ultima "campagna acquisti " ,messa in atto negli ultimi mesi.Eugenio Russo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Attilio, se ti riferisco a me posso certamente convenire sulle mie capacità: sicuramente ignote. Mentre per gli scopi credo di averli ampiamente enunciati sul blog. Per quanto riguarda la campagna acquisti non credo sia stata mai fatta:se mi spieghi esattamente a cosa ti riferisci ti rispondero' con altrettanta chiarezza.

      Elimina
    2. Ignota anche la logica che ispira il tuo commento Eugenio,supposizioni che non collimano con la realtà...spiegati e otterrai soddisfazione

      Elimina
    3. È tutto molto semplice. Ezio: Tu capacità ne hai tante.Ma Non credo che vi proponete soltanto perché avete a cuore il bene del movimento schermistico .Fabrizio: non mi piace quello che scrivi. Ti ho visto criticare le scelte dei nostri Ct...non credo che gente come Cuomo, Cipressa e Sirovich, gente che ha fatto la storia della scherma Italiana, da atleta e da CT, con tutto il rispetto, possa essere criticata da te.Infine,Visto che vedo la condivisione dei tuoi testi su Piazza Scherma da poco, ho supposto che ne avessi sposato La causa di recente, con l'assenso di Ezio, ma posso sbagliarmi..Questo è il mio pensiero. Buon pomeriggio

      Elimina
    4. Caro Attilio, da quello che dici mi sembra di capire che l’attuale dirigenza non abbia a cuore soltanto le sorti del movimento schermistico ma che ci sia altro nelle loro teste, pertanto, anche chi si propone, a tuo modi di vedere, non potrà essere sia migliore. Non credo che tu possa pensare una cosa del genere, forse ho inteso male io. Però di una cosa sono sicuro e cioè che voglia un movimento dove le regole siano certe; che la giustizia sia veramente indipendente; che l’attività agonistica sia più aderente alle esigenze societarie; che il GSA sia indipendente (con proprie elezioni); che lo statuto sia leggibile ed interpretabile in maniera semplice ed univoca; che la gente possa esprimere il proprio pensiero senza la paura di essere proscritto (giorni fa un presidente di società mi disse: Ezio, condivido pienamente quello che dici ma non posso esprimerlo poiché ho bisogno della federazione per la sistemazione della mia palestra, se mi esponessi non mi darebbero più il contributo). E su questo argomento ti aggiungo che il Presidente in più di una circostanza mi ha chiesto del perché non mi iscriva alla federazione, il suo scopo è uno solo: deferirmi alla giustizia sportiva per quello che scrivo. Non ti sto dicendo baggianate perché in presenza di testimoni mi disse che se fossi stato un tesserato mi avrebbe fatto un culo così! Forse io non sarò migliore, ma è lungi da me una simile cultura. Infatti non di rado ho pubblicato critiche velenosissime nei miei riguardi, ciò non di meno ho avuto rispetto per chi le ha fatte.
      Per ciò che attiene i CT ne salvo solo uno! Troppe sono state le personalizzazioni e troppo il clientelismo: sul settore tecnico ho scritto molto e non voglio ripetermi. Per il resto altri ti risponderanno.
      Infine, ti ribadisco il mio rispetto e la mia stima: personalmente non gestirò mai la federazione ma se dipendesse da me mi avvarrei della tua collaborazione perché so che sei una persona retta, leale e sincera.

      Elimina
    5. Ezio come tu dissi tempo fa...sappiamo entrambi cosa vuol dire l'altro quando ci confrontiamo...la pensiamo diversamente su determinate cose, è ognuno ha la sua storia...ne io ne tu siamo degli yes man e non piacciono ne a me ne a te...tutto qui.Buona serata. Eugenio

      Elimina
  3. A proposito di ignoto qualcuno di voi ha conoscenza di come vengono spesi i contributi che la fis eroga all'AIMS? Sembra che questi contributi non siano stati contabilizzati nel bilancio AIMS.
    Com'è possibile tutto ciò? Si impone un approfondimento!
    A. Fileccia



    RispondiElimina
    Risposte
    1. signor Fileccia ma questa notizia è forse il teaser trailer di un nuovo argomento che sarà trattato dal blog? Se è così ho la sensazione che sarà brutta anche questa volta.

      Elimina
  4. signor Fileccia , per risolvere l'enigma ci sono due soluzioni, 1)chiedere di consultare i bilanci dell'associazione Maestri e questo lo può fare solo un Maestro associato ,2) interessare l'ufficio delle entrate e le posso garantire che sono molto pignoli perché andrebbero verificare i bilanci degli ultimi 5 anni ma per fare questo bisogna avere la certezza che questo sia veramente accaduto, perché lei ben sa cosa accadrebbe se si dovesse appurare che la notizia non corrisponde al vero.
    Pertanto mi sembra che la strada più percorribile allo stato della cose sia la prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra che qualche esponente federale si sia spinto oltre assicurando, addirittura, altre modifiche statutarie per consentire l'affiliazione dell'AIMS pesso la fis.
      Ho l'impressione che in fis continuino a vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso!
      A. Fileccia

      Elimina
  5. Ma il cacciatore che ha provato a fare questo è stato mangiato dall'orso perciò farebbe bene a stare molto attento.

    RispondiElimina
  6. Ma è regolare che il consigliere federale in rappresentanza della classe magistrale approvi il finanziamento federale alla sua associazione magistrale della quale è anche vicepresidente? e che di questo finanziamento federale non ci sia traccia nel bilancio dell'associazione magistrale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si tratta di un consigliere effettivo o di un consigliere decaduto?
      Ma la parola di un consigliere decaduto vale quanto quella di un effettivo? Ci si potrà mai fare affidamento?
      Ritengo che in FIS oramai è caos totale!

      Elimina
  7. Ma questo è solo l'ultimo dei conflitti d'interesse in questa Federazione. Se volessimo guardare un pò più nel dettaglio guardiamo cosa succede nel GSA. Ipotizziamo di trovarci nei panni di un giovane arbitro emergente, che si trova ad arbitrare un match di sciabola dove il maestro di uno dei contendenti è il maestro della sala del Vice Presidente (con delega al GSA) e sapendo che la sua carriera di arbitro dipende appunto dalla commissione arbitrale che riferisce al Vice Presidente Federale, secondo voi avrà un occhio quantomeno condizionato da questa circostanza? A voi le valutazioni

    RispondiElimina
  8. E per questo motivo,chi sceglie di fare l'arbitro non può e non deve fare anche il tecnico e viceversa e deve essere svincolato da qualunque club , dovrebbero essere una categoria a parte riconosciuta dalla Federazione allora non sarebbero più condizionati dalla presenza di chicchessia.

    Zuanella Enzo

    RispondiElimina
  9. Quante castronerie si leggono...

    RispondiElimina
  10. e quali sarebbero le castronerie

    RispondiElimina
  11. Immagino si riferisca a chi dice che lo Statuto è già stato approvato dalla Prefettura.
    Paola Pugllisi

    RispondiElimina
  12. E se la prefettura lo avesse approvato vuole che la federazione non avrebbe divulgato la notizia, perciò penso che si riferisca ad altro solo che dovrebbe specificarlo intanto e anonimo di cosa ha paura.

    RispondiElimina